Giallo come Gioia e Rosso come Rabbia?

emisferiOggi vi parliamo del colore delle emozioni! Di che colore è la gioia? La paura? La tristezza?

Probabilmente ognuno di noi risponde in modo diverso a queste domande ma alcuni test dimostrano che in linea di massima le tonalità di colore che attribuiamo alle emozioni, sono simili per tutti gli esseri umani. Difficilmente qualcuno risponderà che la gioia è marrone! 🙂

La Natura stessa ha dipinto di colori specifici degli animali molto velenosi… guardate queste immagini delle più velenose rane del mondo, i loro colori sono estremamente sgargianti e d’impatto perché vogliono inviare dei messaggi immediati e di allerta.

I colori comunicano per natura e lanciano messaggi che risvegliano il nostro mondo emotivo sì, anche per l’uomo!

Utilizzare i colori per esplorare il proprio mondo emotivo è una pratica di cui già lo psicoanalista Carl Jung nei primi anni del XX secolo aveva notato la grande utilità, osservando dei benefici visibili sul piano psichico, per la sua capacità di calmare la mente e ridurre lo stress.

Questo perché quando si colora il cervello entra in uno stato simile alla meditazione; aumenta la consapevolezza, riaffiorano alla mente conoscenze che avevamo interiorizzato e dimenticato, pensieri ed emozioni che avevamo nascosto dentro di noi.

Concentrandoci sull’attività del colorare, la nostra mente entra in uno stato di “flusso”, smette di correre qua e là in preda ai pensieri e lascia il posto alla calma interiore. In questa condizione, tutto ciò che avevamo nascosto, perché nell’agire quotidiano ci disturbava o rallentava, emerge dall’inconscio e in questo stato di flusso la mente diventa più acuta, più lucida e ci aiuta a fare ordine, fra ciò che è utile e ciò che appesantisce il nostro animo.

Secondo la psicologa Gloria Martínez Ayala, quando coloriamo attiviamo entrambi gli emisferi celebrali: “L’attività coinvolge sia la logica (emisfero sinistro), tramite cui coloriamo le forme, che la creatività (emisfero destro), quando mischiamo e combiniamo i colori. Il rilassamento che ne deriva abbassa l’attività dell’amigdala, una parte basilare del nostro cervello coinvolta nel controllo delle emozioni e che è colpita dallo stress”.

Non è solo la concentrazione ad aumentare quindi ma anche la creatività interiore: colorare (all’interno o all’esterno di righe) allena gli adulti ad affrontare i problemi in modo creativo e quindi trovare le soluzioni migliori.

Ma non è finita qui perché mentre si colora si attivano quelle aree del nostro cervello che sono legate alle emozioni. Lo sapete che i mandala sono riconosciuti dalla psicologia moderna come una rappresentazione del nostro io e delle emozioni che proviamo mentre coloriamo? Sono dei potenti simboli che inducono uno stato di rilassamento e trasformazione emotiva!

Nel colorare si attiva una connessione profonda con le nostre emozioni, tanto che questa pratica diventa un viaggio dentro se stessi, durante il quale si ha la possibilità di sciogliere quei nodi che creano più problemi.

Ai corsi T.i.E. lavoreremo anche attraverso il colorare come esperienza di sperimentazione delle proprie emozioni e come aiuto per sciogliere quei nodi che ci imbrigliano.

Annunci
Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su Corsi TiE, Emozioni e Pensieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Corsi in Programma

Nessun evento in arrivo

Contacts- Roma
Antonella Brogi +39 - 3400861241
traininginemotions@gmail.com
Contacts - Trento
Beatrice Monticelli +39 328 065 5414
traininginemotions@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: